A chi non è mai capitato di ricevere una bolletta troppo alta a casa, a causa dei consumi apparentemente eccessivi dei propri elettrodomestici e di un costo dell'energia elettrica al kwh elevato, e non riuscire a capacitarsene?In fondo, si pensa, “ho utilizzato solo poche volte il fondo, e il ventilatore resta accesso solo un’ora al giorno, quindi non è assolutamente plausibile che io debba pagare questa cifra così alta”.In realtà, spesso, sono gli elettrodomestici più insospettabili quelli che consumano di più e pesano in maniera massiva sulla bolletta di fine mese, non il vecchio frigorifero o il forno che si accende per preparare le torte, bensì, magari, la nuova lavastoviglie appena comprata che ci avevano assicurato consumi davvero poco.Ma come mai succede tutto questo? Perché a volte si fa un uso eccessivo di taluni elettrodomestici, pensando che, dal momento che sono nuovi, sicuramente consumeranno poco, oppure perché hanno proprio un difetto di funzionamento che solo un tecnico preparato potrà risolvere.Come calcolare il consumo di un elettrodomestico?Ogni apparecchio che si ha in casa ha una determinata potenza, la quale può essere espressa in kW o in W (kilo Watt o semplici Watt), quindi la prima operazione che occorre fare è capire la potenza dei singoli apparecchi che si posseggono. Se, ad esempio, abbiamo un ventilatore della potenza di 200W che rimane acceso sulla velocità media per 6 ore, occorre moltiplicare il 6 per la potenza, in questo caso (essendo la velocità media) di 100W, ottenendo 600, numero che corrisponde ai Wh, ovvero la misura dell’energia, oppure 0,6, che solo i kWh.
Se la tariffa applicata per il costo di energia elettrica al kWh è ad esempio di 0,20€ per KWh, dovremo moltiplicare 0,20 per 0,60 e il risultato sarà di 0,12€. Moltiplicando questo numero per le ore e i giorni in cui utilizziamo il determinato elettrodomestico, otterremo quanto ci costerà al mese il suo utilizzo.Semplice, non è vero?
Occorre precisare che questi calcoli difficilmente possono essere applicati a elettrodomestici di dimensioni più grandi, come i frigoriferi, ma per conoscere il loro consumo è possibile acquistare un apposito apparecchio, reperibile anche online che, inserito tra l’elettrodomestico e il muro, ci consentirà di calcolarne il consumo reale. < Torna al blog